Donne in Poesia

“VISITA GUIDATA POETICA” di Anna de Fazio

PER CONOSCERE LE POETESSE E LE DONNE SCOLPITE IN POESIA IN UNO DEI LUOGHI PIU’ AFFASCINANTI DELLA CITTA’ DI ROMA: il cimitero settecentesco di Testaccio.

 

Il cimitero acattolico di Roma (detto “degli inglesi”) è uno dei cimiteri artistici più suggestivi al mondo. Molto amato dai poeti, è ricco di memorie letterarie. Gabriele D’Annunzio vi ambientò un episodio de Il piacere e Pier Paolo Pasolini s’immaginò a colloquio con Antonio Gramsci davanti alla sua tomba. Il Cimitero degli Inglesi si è venuto formando, dapprima spontaneamente, e poi con l'intervento delle autorità straniere a Roma, per poter dare una degna sepoltura ai protestanti ed agli ortodossi morti nella nostra città visto che, fino all'Ottocento, i non cattolici venivano inumati di notte, al lume delle torce e lontani dai camposanti, perché questa era la legge del Papa.Tra i quattromila ospiti del cimitero del Testaccio, senz'altro ci saranno numerosi altri personaggi che, in un modo o nell'altro, fanno parte della nostra storia ma il nostro itinerario seguirà le ombre  delle grandi anime che hanno segnato pagine di straordinaria bellezza scrivendo sulle donne le loro poesie e lettere più belle. Ma si narrerà pure di una poetessa romana  Amalia Rosselli e delle 3 donne misteriose del cimitero…

Inoltre s'incontreranno alcune delle vere e proprie opere d'arte  come la famosa 'Psiche che si sveste delle sue spoglie mortali' citata dal D'Annunzio o gli innumerevoli reperti di epoca romana impiantati nei sepolcri ottocenteschi;la tomba ad opera di Piranesi,  si ascolteranno i versi di P.B. Shelley e del poeta che non vorrà scrivere il suo nome sulla lapide  ma Qui giace uno il cui nome fu scritto sull’acqua”.Saremo in un luogo dove ci sono anche epigrafi impressionanti su alcune tombe infatti ci sono i segni di diverse sventagliate di mitra nazisti sui partigiani che si nascondevano qui nel 1943.

 

Gli artisti, ribelli nello spirito, che ci hanno donato grandi pagine di letteratura continuano a parlarci, in questo parco. Non è infrequente trovare sulle loro tombe, ben ripiegati tra i fiori, bigliettini di visitatori, ammiratori, amanti delle loro opere. L’amicizia tra Shelley e Byron(quest’ultimo non è presente ma è l’ultimo amico che vedrà Shelley morto in mare e che  porterà il suo cuore all’amata moglie  Mary Shelley, scrittrice del capolavoro gotico “Frankenstein”e figlia di M.Wollstoncraft, una delle prime femministe inglesi, nota soprattutto per il suo libro A Vindication of the Rights of Woman, nel quale sostenne, contro la prevalente opinione del tempo, che le donne non sono inferiori per natura agli uomini, anche se la diversa educazione a loro riservata nella società le pone in una condizione di inferiorità e di subordinazione.

 

MEETING POINT . INGRESSO CIMITERO OR 9.30

 

Quota di partecipazione: 10 euro (5 per i soci di Pianeta Donna)

 

PER INFO/ADESIONI (ENTRO VENERDì 11/6)   :  TEL. 06 4746963 – 3477030073

 

Informazioni aggiuntive