Come si crea un ecommerce con shopify
Internet

Come si crea un ecommerce con Shopify

L’e-commerce non è il futuro del commercio, è ormai il suo presente; e lo sa bene Shopify, che permette di creare il tuo sito in autonomia. Semplice ma performante, ti concedere di creare il tuo negozio in semplici mosse. Vediamo quali.

1 Registrazione

Accedi al sito ufficiale di Shopify e registrati creando il tuo account. È sufficiente compilare il form con i tuoi dati, indirizzo email è numero di telefono.

2 Scegli il layout

Dal pannello di controllo puoi organizzare e gestire la grafica del sito. Shopify ti mette a disposizione un buon numero di layout compresi nell’abbonamento base, e altri ancora più personalizzabili nel parchetto premium.

3 Imposta il negozio

E’ il momento di cominciare a caricare i prodotti, con foto e descrizione. Troverai una serie di strumenti per personalizzare il tuo negozio online. Puoi inserire loghi, aggiungere prodotti correlati, scegliere categorie e sottocategorie. Tutto ciò, insomma che permette si tuoi clienti di muoversi comodamente per l’eshop.

Quando aggiungi le descrizioni, ricorda di farlo tenendo conto dell’ottimizzazione SEO per i motori di ricerca. Puoi anche collegare i vari prodotti ai tuoi profili facebook o Instagram. E non sottovalutare l’immagine. Ricorda che il tuo cliente non può “toccare con mano” ciò che sta acquistando; la foto deve raccontare tutto ciò che serve per convivere all’acquisto.

Infine, indica modalità e prezzo delle spedizioni. E’ un passaggio importante perché può far cambiare idea al cliente, oppure convincerlo a completare il pagamento.

4 Organizza i pagamenti

Quando il tuo negozio è pronto, occupati della sezione pagamenti. I payment gateway permettono di completare le operazioni di checkout sul tuo ecommerce. Non funzionano tutte allo stesso modo, quindi verifica qual è quella più adatta alle tue necessità.

Da un paio di anni è possibile anche in Italia utilizzare Shoptify Payments, la prima funzionalità di pagamento che gestisce le transizioni sulla piattaforma stessa e non si appoggia a operatori esterni. Questo significa avere anche commissioni più basse, dato che il rapporto è diretto; i venditori con abbonamento Basic Shopify pagano 1,9% più 0,25 dollati per ogni transazione a livello nazionale, per quelli con un piano Advanced Shopify invece la cifra sarà di 1,6% più 0,25 €.

La maggior parte degli store utilizza anche Paypal, sfruttando il metodo fast payment; questa funzione permette al cliente pagare direttamente gli articoli nel suo carrello senza inserire le informazioni personali già memorizzate su Paypal.

5 Verifica la versione demo

A questo punto puoi dare un’occhiata al tuo lavoro finito. La versione demo ti permette di avere una anteprima della tua realizzazione, visualizzata come se ti fossi un utente. Chiedi un parere a qualcuno a te vicino che non ha visto nascere il prodotto, sarà più obiettivo.

6 Fai un ordine di prova

A questo punto non ti resta che mettere il tuo negozio online. La cosa migliore da fare, è fare tu stesso un ordine di prova. Potrai verificare l’agilità dei passaggi e la leggibilità del tuo sito, e scoprirai per primo qualsiasi errore tecnico o difficoltà. Potrai così risolverla prima che se ne accorga un cliente.

Potrebbe interessarti anche